Ennesima sconfitta.

0
49

Si sapeva fin dalla vigilia che contro l’Omifer sarebbe stata una gara assai complicata. Calabresi quinti ma con un potenziale non del tutto espresso. Marcianise senza Tartaglione infortunato e reduci da quattro ko di fila. L’amarezza per la sconfitta è tanta perché fino al terzo Libraro e soci se la sono giocata. Almeno fino a quando non sono arrivate decisioni davvero discutibili da parte dei direttori di gara.

L’avvio dei padroni di casa è stato assai complicato. Subito sotto 8-0 con la battuta di Prespov, i punti di Rosso e Russo. Set già inevitabilmente compromesso. Remo e Rosso continuano a far punti (4-13) mentre Pellegrino respinge i tentativi avversari di tornare in gara. Sul 9-22 Palmi raggiuge il massimo vantaggio per poi andare a chiudere 12-25.

 

Musica diversa nel secondo dove Marcianise inizia con un piglio decisamente diverso. La difesa è attenta, Carelli e Montò segnano punti importanti ed è un crescendo (8-4 e 16-11). Reazione ospite con i soliti Prespov e Rosso, ma la Dist&log mantiene le distanze (doppio muro decisivo di Gavino) riuscendo a portare a casa il set 25-19.

 

Punto a punto nel terzo. Gara equilibrata con Palmi che non riesce a scappare e Marcianise che si affida alla buona vena di Carelli e Montò. I ragazzi di Racaniello vanno anche avanti di due punti ma Russo e Remo rimettono subito tutto a posto. Sul 18-20 timeout Dist&log per riorganizzarsi. Il match è emozionantissimo con Marcianise che impatta sul 23-23 e Gavino porta la sfida ai vantaggi. Poi salgono in cattedra gli arbitri che si inventano un’espulsione per coach Racaniello e Palmi vince 24-26.

 

Nell’ultimo Marcianise va in campo con lo stesso spirito battagliero. Omifer che non ha tutte le certezze del primo e si continua ad andare punto a punto. Poi altro colpo di testa del primo arbitro che punisce i locali con un rosso inspiegabile e Palmi va sul 5-10. La partita di fatto finisce qui con Palmi che controlla mantenendo sempre tra i 5 e 7 punti di vantaggio. Fiammata biancoarancioblu e Polimeni è costretto a chiamare sospensione (15-19). I suoi si rifanno subito portando in Calabria i tre punti (18-25).